Blog: http://dirittodiresistenza.ilcannocchiale.it

e se Cesare vuole fare anche il pane, si abitui ai pugnali e a dormir male

Se la realtà fosse solo i media questo sarebbe un paese addormentato o forse già morto.
Non è così. La realtà è la gente che si incazza. E si incazza ancora di più quando in televisione dicono che i loro problemi economici sono una favola inventata dalla sinistra.
Lo iettatorepedonano ha fatto i festini in Sardegna ballando il trenino. Si è divertito a mascherarsi ad ogni occasione da pompiere, carabiniere, muratore, panettiere. Tutto con uno smagliante sorriso stampato in faccia.

Ma ora qualcosa sta cambiando. E non grazie all'informazione. Non grazie agli intellettuali. Non grazie a quelli che scrivono divertenti e pungenti articoli comodamente seduti davanti al proprio pc.

Le cose stanno cambiando dal basso. Dalla gente esasperata. Dalle persone che quando vedono il piazzista per strada gli urlano dietro. Lo fischiano. Vengono trattenuti a stento dal cordone della polizia.

Già. Il cordone della polizia. Mentre berlusconi ha ormai la possibilità di fare da padrone sui media. Di mettersi comodamente sulla poltrona di vespa a monologare. Quando scende per strada occorrono centinaia di agenti per proteggerlo.

Voi lo vedete con il suo sorriso da venditore di aspirapolvere stampato in faccia. Ma è una finta. Si vede che ha paura. Si vede che ha una paura fottuta. Perchè lo sa che qualcosa può succedere. Quando hai intorno una enorme folla che ti urla contro sai che qualcosa può degenerare. Sai che un giorno il cordone di polizia potrebbe non tenere. Sai che qualcuno potrebbe avere con se qualcosa di più pericoloso che un megafono e un fischietto.

Cesare ha paura. Si è voluto divertire. Ora si abitui ai pugnali e a dormir male.

Pubblicato il 30/6/2009 alle 21.0 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web