Blog: http://dirittodiresistenza.ilcannocchiale.it

la rana nell'acqua bollente

Conoscete la storia della rana nell'acqua bollente? Se si, forse vedrete come me l'analogia con la situazione italiana. Nei libri di storia ancora si disquisisce su Caligola che nomino senatore il suo cavallo. In italia la rana non è entrata di colpo nell'acqua bollente, l'acqua si è scaldata pian piano. Perciò nessuno fa caso se lo iettatorenanoi nomina (perchè di nomina si tratta) parlamentari europee decine di sue amanti. Una volta le amanti andavano mantenute di tasca propria. Poi lo iettatore pensò bene che invece di assumerle a mediaset poteva farle mantenere dalla rai. Ora che saccà è "momentaneamente assente" ha deciso di farle mantenere dal parlamento. Il piccolo politico di provincia mette l'amante in un ufficio del comune. Quello di buon livello la fa nominare dirigente di qualche ente. Il nanoiettatore non ha più limiti e le fa diventare tutte parlamentari. "bambina, un pompino e ti sistemo la per la vita" (leggetelo con il raffinato accento brianzolo che lo contraddistingue).
La rana nell'acqua bollente è l'italiota. In ogni paese del mondo se un politico piazzasse una sua amante e venisse scoperto dovrebbe dimettersi. In italia questo fatto è diventata una nota di colore da accennare al bar: "hey hai sentito che berlusconi manda in parlamento una dozzina di quelle che si è scopato?"
Siete rane bollite. Prendete un termometro e ficcatevelo dove più vi piace

Pubblicato il 28/4/2009 alle 3.9 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web